FONDAZIONE MONTAGNA SICURA – Ultime notizie


  • 01-Jul-2020: SESSIONE FORMATIVA PER GLI OPERATORI TURISTICI DELLA VAL FERRET SUL RISCHIO GLACIOLOGICO - Fondazione Montagna Sicura

    Nell'ambito del progetto Alpine Space - GreenRisk4AlpS, che vede tra i suoi partner Fondazio- ne Montagna sicura, è stata organizzata una sessione formativa rivolta agli Operatori turistici della Val Ferret, che si terrà mercoledì 08 luglio, alle ore 17:00, nel piazzale di località Plan- pincieux (è prevista l'applicazione delle misure preventive COVID-19).

     La sessione formativa, organizzata dalla Fondazione Montagna sicura, dalla Regione Autono- ma Valle d'Aosta (Assessorato Opere pubbliche, Territorio ed Edilizia residenziale pubblica - Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio - Struttura Assetto idrogeologico dei bacini montani), dal Comune di Courmayeur e dal Comitato Val Ferret, ha lo scopo di sen- sibilizzare gli Operatori turistici sulle misure di protezione e prevenzione dei rischi di origine glaciale messe in atto, con particolare attenzione al Ghiacciaio di Planpincieux e al Ghiacciaio delle Grandes Jorasses. Nel corso dell'incontro saranno presentati e approfonditi gli interventi di monitoraggio messi in atto, finanziati dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta e gestiti opera- tivamente dalla Fondazione Montagna sicura. Il Comune di Courmayeur dettaglierà inoltre le azioni di propria competenza, di protezione civile e viabilità.

     Agli Operatori turistici sarà rilasciato materiale informativo specifico affinché, una volta for- mati, possano a loro volta informare i turisti sulle misure di prevenzione del rischio attivate sul territorio. Le finalità sono appunto rendere più informati e sensibili i turisti, dando idea dell'impegno importante per la sicurezza in montagna perseguito dalle amministrazioni del territorio.

     Il progetto GreenRisk4AlpS ha la finalità di valutare gli effetti dei cambiamenti climatici e la resilienza al rischio. L'obiettivo generale di GreenRisk4Alps è lo sviluppo di concetti basati sulle foreste per il supporto alla gestione dei rischi legati agli eventi naturali e agli impatti climatici. Tutti gli attori sono coinvolti e forniti di nuove alternative di mitigazione e supporto alla comunicazione su basi scientifiche. Soggetti cardine del progetto sono cinque Aree Pilota dello Spazio Alpino, direttamente coinvolte nello studio, nell'analisi e nei risultati:

    • Val Ferret (Valle d'Aosta, Italia)
    • Kranjska Gora (Slovenia)
    • Wipptal: Sterzing, Vals e Gries am Brenner (Alto Adige, Italia/Austria)
    • Parc Naturel Régional des Baronnies provençales (Francia)
    • Oberammergau (Germania) MV 2020
  • 27-Jun-2020: La Casermetta dell'Espace Mont-Blanc al Col de La Seigne è aperta - Fondazione Montagna Sicura

    La Casermetta dell'Espace Mont-Blanc al Col de La Seigne resterà aperta dal 26 giugno al 15 settembre 2020

    La porta di ingresso italiana del "Tour du Mont Blanc".

    Centro di educazione ambientale transfrontaliero dell'Espace Mont-Blanc, un vero spazio di incontro per tutti coloro che, con lo stesso spirito dei primi viaggiatori, esplorano la Valle del Monte Bianco.

    Come raggiungerci
    Partenza da loc. "La Visaille" (in fondo alla Val Veny). Si cammina fino al Lago
    Combal, proseguendo lungo la valle si raggiunge il Rifugio Elisabetta e dopo
    un altopiano l'ultima salita ed eccovi arrivati!

    Tempo di percorrenza: 2h30 circa.

    Mentre cammini potrai ammirare :
    - Il Petit Mont Blanc
    - L'Aiguille des Glaciers
    - Pyramides Calcaires
    - marmotte e bellissime fioriture estive
    e per gli amanti della storia i Bunker!


    ORARI "CASERMETTA"
    Lunedì 9:00-17:00
    Martedì 9:00-17:00
    MERCOLEDI CHIUSO
    GIOVEDI CHIUSO
    Venerdì 9:00-17:00
    Sabato 9:00-17:00
    Domenica 9:00-17:00

    http://www.espace-mont-blanc.com/it/news/la-casermetta-dellespace-mont-blanc-al-col-de-la-seigne-e-aperta

  • 22-Jun-2020: RENDICONTO NIVOMETEOROLOGICO DELLA VALLE D’AOSTA – INVERNO 2018-19 - Fondazione Montagna Sicura

    In attesa che venga redatto il nuovo Rendiconto Nivometeorologico della stagione invernale appena conclusa, potreste sfogliare quello della stagione precedente e togliervi tante curiosità relative all'inverno 2018-2019 in Valle d'Aosta.

    Il Rendiconto Nivometeorologico viene elaborato dall'Ufficio neve e valanghe della Regione Autonoma Valle d'Aosta ed è realizzato, dal 2009, con il supporto tecnico di Fondazione Montagna sicura. Il compendio, giunto con l'Inverno 2018-2019 alla sua XIV edizione, rappresenta un utile strumento per tutti coloro che - a titolo professionale, di studio, di interesse personale o per semplice curiosità scientifica - vogliono approfondire i tratti salienti degli inverni valdostani, spaziando dalla descrizione dell'andamento nivometeorologico, attraverso l'attività previsionale del pericolo valanghe, e concludendo con la descrizione approfondita dei principali eventi valanghivi spontanei e degli incidenti da valanga registrati.

    Abbiamo voluta dedicare la copertina di questa ultima edizione a Gianfranco Sappa, Guida Alpina ed Osservatore Nivologico, purtroppo mancato nell'estate 2019, in seguito ad un incidente sulle montagne di casa che tanto amava.

    Qui trovate il link alla versione low definition, ma se siete interessati alla versione in alta risoluzione è disponibile scrivendoci all'indirizzo mail u-valanghe@regione.vda.it

  • 08-Jun-2020: Andare in montagna nella fase 2 della pandemia Covid-19 - Fondazione Montagna Sicura
    Andare in montagna nella fase 2 della pandemia Covid-19
    organizzato da Fondazione Courmayeur Mont Blanc in collaborazione con Fondazione Montagna Sicura
    giovedì 11 giugno, alle ore 18.00

    Intervengono:
    Guido Giardinipresidente della Fondazione Montagna Sicura; Direttore Struttura Complessa di Neurologia e Responsabile Centro di Montagna dell'Ospedale di Aosta
    Renato Balduzziprofessore ordinario di diritto costituzionale nell'Università Cattolica del Sacro Cuore, già ministro della Salute

    Come riprendere ad andare in montagna dopo l'inattività del lockdown? Quali misure adottare nel corso di un'emergenza epidemiologica? L'Incontro sarà l'occasione per approfondire le modalità per andare in montagna nella fase 2 della pandemia da Covid-19.

    L'Incontro si terrà in diretta su Zoom.
    Per partecipare occorre registrarsi a questo link

    https://zoom.us/webinar/register/WN_pZvE6gLVThGHD6b7D8NqAQ

  • 10-May-2020: Consigli per tornare in Montagna - Nella fase 2 della pandemia COVID-19 - Fondazione Montagna Sicura

    Il nuovo DPCM del 26 aprile 2020 ha riaperto il periodo di “Lock down” dando il via alla cosiddetta “Fase 2” della pande- mia da COVID 19.

    Finalmente possiamo uscire di casa e tornare alle nostre amate montagne. Ma ci sono molti rischi, per nulla trascurabili. La pandemia è ancora in corso e molte persone sono ancora ricoverate in ospedale. Il possibile contagio non è affatto improbabile, vanno mantenute scrupolosamente le misure e i dispositivi consigliati.

    Siamo stati fermi a lungo, dobbiamo quindi riprendere gradualmente l'anelata attività sportiva in montagna, senza fare sforzi eccessivi ed inutili. Gli ospedali sono ancora sotto scacco e il personale sanitario che ha curato le polmoniti virali fino a ieri è lo stesso che compone le squadre del soccorso alpino. Evitiamo di impegnarlo in inutili interventi.

    In questi due mesi la montagna che ricordiamo è cambiata. Ricominciamo con passo lento, che da sempre è il passo dei montanari.

    Per tutte queste ragioni il Centro di Medicina di Montagna dell'Ospedale di Aosta, insieme a Fondazione Montagna Sicura ha stilato una serie di semplici raccomandazioni per tutti coloro che tornano alla montagna, che siano giovani o anziani, sani o affetti da patologie croniche. La montagna è di tutti ma dobbiamo tornare ad essa con il buon senso.

    link:  http://www.ausl.vda.it/notizie.asp?id=778&l=1&n=1178

  • 11-Mar-2020: EMERGENZA CORONAVIRUS - Fondazione Montagna Sicura

    Fondazione Montagna sicura applica rigorosamente, a partire dal 09 marzo 2020, le disposizioni di cui ai diversi DPCM. Sono garantiti tutti i servizi tecnici (Bollettino neve e vanghe, Monitoraggi glaciologici), così come tutte le attività progettuali.
    Sono sospesi i corsi di formazione, seminari, riunioni, ecc.

    La sede di Villa Cameron è regolarmente operativa, seppur a ranghi ridotti. La Fondazione applica infatti da anni un percorso di smart working sistematico che fa si che tutti i dipendenti siano da tempo abilitati a lavorare da casa con la massima operatività. In tal senso frane, valanghe ci hanno insegnato qualcosa negli anni.

    Non si riceve il pubblico, per ogni richiesta contattare via email:

    Segretario generale
    dott. Jean Pierre Fosson email: jpfosson@fondms.org

    Responsabile Area Tecnica & Ricerca Neve e valanghe
    Paola Dellavedova email: pdellavedova@fondms.org

    Responsabile Area Progetti di Ricerca
    dr Alessandro Benati email: abenati@fondms.org

    Responsabile Area Amministrazione
    Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT)
    dott.ssa Micole Trucco email: mtrucco@fondms.org

    Responsabile Area Tecnica & Ricerca Alta Montagna - Rischi, Ghiacciai e Permafrost
    dr Fabrizio Troilo email: ftroilo@fondms.org

    FONDAZIONE MONTAGNA SICURA SOSTIENE L'INIZIATIVA #iostoacasa

  • 29-Nov-2019: CONFRONTO TRANSFRONTALIERO SUI GHIACCIAI - Fondazione Montagna Sicura

    Lunedì 2 dicembre 2019, ore 18.00 - Palazzo regionale, Sala Maria Ida Viglino, Piazza Deffeyes - Aosta

    Presentazione del lavoro annuale degli Enti che si occupano di osservare e monitorare i Ghiacciai, con la partecipazione del climatologo e divulgatore Luca Mercalli.

    L'evento rientra nell'ambito del Progetto “RESERVAQUA - Implementazione di una REte di SERvizi per lo studio, la protezione, la Valorizzazione e la gestione sostenibile dell'ACQUA a scala locale e regionale su un territorio transfrontaliero alpino”, del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Svizzera 2014/2020, che si propone di perfezionare la conoscenza sulla disponibilità e sull'utilizzo eGettivo della risorsa idrica (intesa come ghiaccio, neve e acqua), anche attraverso l'armonizzazione dei database esistenti, e di diGondere una cultura dell'acqua

  • 26-Nov-2019: Chiusura Scala Toula - Inverno 2019/2020 - Fondazione Montagna Sicura

    Funivie Monte Bianco, in accordo con il Comune di Courmayeur e previo confronto con i professionisti e le istituzioni competenti, sulla base di risultanze tecniche asseverate da professionisti indipendenti, dispone con decorrenza immediata la

    CHIUSURA del manufatto “SCALA DEL TOULA” e contestuale DIVIETO DI UTILIZZO

    Funivie Monte Bianco adotterà misure concrete atte ad impedire l'utilizzo della scala e misure di comunicazione diffusa atte ad informare dell'impossibilità di utilizzo della stessa.

    In allegato il comunicato ufficiale.

  • 21-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 26, 22/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Nella giornata odierna non è stato possibile elaborare i dati del sistema fotografico. I dati riportati di seguito, pertanto, si riferiscono al sistema radar e NON al sistema fotografico.
    Dati monitoraggio radar:
    negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 20 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 15 cm al giorno.
    Il settore A risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 10 cm al giorno.

  • 18-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 25, 19/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Dati monitoraggio radar
    Negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 20 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 15 cm al giorno. Il settore A risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 10 cm al giorno.

  • 14-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 24, 15/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Nella giornata odierna non è stato possibile elaborare i dati del sistema fotografico. I dati riportati di seguito, pertanto, si riferiscono al sistema radar e NON al sistema fotografico.
    Dati monitoraggio radar
    Negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 25 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 20 cm al giorno.
    Il settore A risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 15 cm al giorno.

  • 11-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 23, 12/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Nella giornata odierna non è stato possibile elaborare i dati del sistema fotografico. I dati riportati di seguito, pertanto, si riferiscono al sistema radar e NON al sistema fotografico.
    Dati monitoraggio radar
    Negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 25 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 25 cm al giorno.
    Il settore A risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino
    precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 20 cm al giorno.

  • 07-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 22, 08/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Nella giornata odierna non è stato possibile elaborare i dati del sistema fotografico. I dati riportati di seguito, pertanto, si riferiscono al sistema radar e NON al sistema fotografico.
    Dati monitoraggio radar
    Negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 25 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 30 cm al giorno.
    Il settore A risulta in rallentamento in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 35 cm al giorno.

  • 04-Nov-2019: Bollettino Planpincieux n. 21, 05/11/2019 - Fondazione Montagna Sicura

    Nella giornata odierna non è stato possibile elaborare i dati del sistema fotografico.

    I dati riportati di seguito, pertanto, si riferiscono al sistema radar e NON al sistema fotografico.

    Dati monitoraggio radar:
    Negli ultimi 3 giorni il settore C del Ghiacciaio di Planpincieux risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 30 cm al giorno.
    Il settore B, da 250.000 m3 stimati, risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente, facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 35 cm al giorno.
    Il settore A risulta costante in termini di velocità rispetto ai valori riportati nel bollettino precedente,
    facendo registrare uno spostamento medio giornaliero pari a 40 cm al giorno.

  • 04-Nov-2019: L'EVOLUZIONE DEL PAESAGGIO CULTURALE: IL LAVORO COMBINATO DI NATURA E UOMO - Fondazione Montagna Sicura

    Presentare il tema del paesaggio culturale e della sua evoluzione intorno al Castello Sarriod de la Tour di Saint-Pierre, all'interno di un processo di valorizzazione, di promozione e messa in rete dei territori dell'Espace Mont Blanc e della loro identità culturale e naturale.

    E' questo l'obiettivo del primo Café citoyen realizzato all'interno del progetto «Parcours d'interprétation du patrimoine naturel et culturel», compreso nel «PITER PARCOURS)», finanziato dal programma di Cooperazione transfrontaliera Italia – Francia Alcotra 2014/2020, di cui Fondazione Montagna sicura è soggetto attuatore per il partner Unité des Communes valdôtaines Valdigne-Mont-Blanc. L'evento è organizzato con il contributo della Soprintendenza ai Beni culturali della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

    L'incontro bilingue (italiano/francese) permetterà, grazie all'intervento dei relatori e ricercatori coinvolti, di approfondire gli aspetti fondanti del paesaggio culturale in una visione generale, con richiami alla storia del Castello Sarriod de la Tour, inserendo il sito all'interno di un quadro più ampio legato al binomio natura/cultura. Nella dimensione transfrontaliera del progetto e di confronto tra territori, saranno presentati inoltre alcuni caratteri distintivi del paesaggio viticolo vallesano e i relativi atout turistici sviluppati nel tempo.

    Il Café citoyen terminerà con una visita guidata al Castello Sarriod de la Tour e con una piccola degustazione di prodotti tipici.

    L'iniziativa si svolgerà giovedì 7 novembre 2019 al Castello Sarriod de la Tour nel Comune di Saint-Pierre, secondo il seguente programma:

      

    PROGRAMMA

    • 16.15 - Ricevimento dei partecipanti.
    • 16.30 - Saluti e introduzione.
    • 16.45 - CESARE MICHELETTI - Architetto esperto in architettura del paesaggio e governance dei territori alpini. "Il patrimonio paesaggistico, tra natura e cultura”. 
    • 17.05 CINZIA JORIS - Archeologo, Presidente della Società di storia valdostana e archeologia. "L'evoluzione del paesaggio culturale attorno a Château Sarriod de la Tour: il castello nel tempo ". Intervento in francese.
    • 17.25 EMMANUEL REYNARD - Ricercatore presso l'Università di Losanna, Institut de géographie et durabilité. "Il paesaggio viticolo vallesano: un patrimonio e una risorsa turistica in mezzo alle montagne". Intervento in francese.
    • 17.45 - Visita guidata al castello e a seguire aperitivo / degustazione.

    Per esigenze organizzative è obbligatoria la prenotazione entro il 4 novembre 2019 Per info e prenotazioni: parcours-interpretation@fondms.org